Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Galletto alla piastra

Immagine
Il galletto si presta molto bene per essere cucinato su una piastra o bistecchiera, posizionando una pentola piena d'acqua sopra il volatile nel momento della cottura, il risultato sarà un galletto morbido e croccante!




Ingredienti ( dosi per 4 persone ):

2 galletti vallespluga eviscerati
rosmarino
alloro
sale fino
1/2limone
2 spicchi d'aglio
olio evo

Procedimento:

Scaldare una bistecchiera, nel frattempo aprire i galletti dalla pancia, e metterli in una ciotola con due fili d'olio evo, il succo di mezzo limone e tutti gli aromi.
Dopo averli lasciati riposare per 20 minuti circa adagiarli sulla bistecchiera calda e posizionare sopra una pentola piena d'acqua per far peso e schiacciare bene i galletti.
Cuocere per un'ora girando i galletti con gli aromi da entrambe le parti.
Il risultato sarà ottimo, un galletto morbido e croccante da gustare caldo o freddo .
Accompagnare con dell'insalata fresca o patate arrosto.

Pastasciutta tricolore

Immagine
Una ricetta estiva che richiama i colori della nostra Italia e racchiude i sapori freschi della dieta mediterranea. Veloce da preparare con ingredienti semplici.


Ingredienti (ricetta per 4 persone)
320 gr. di pasta formato pipe 1 confezione di pesto pronto senz'aglio (ho usato quello da 140 gr. di Giovanni Rana) 1 patata media 1 manciata di fagiolini 10 pomodorini datterino Sale Parmigiano grattugiato
Procedimento
Mentre portate ad ebollizione l'acqua per la pasta sbucciate una patata e tagliatela a tocchetti e pulite una manciata di fagiolini. Successivamente lavate i pomodorini e tagliateli in 2/3 pezzetti, quindi frullateli grossolanamente con un pizzico di sale. Quando l'acqua bolle salatela e mettete a cuocere patate e fagiolini per 10/15 minuti poi buttate la pasta. Scolate e condite con il pesto, il pomodoro e il parmigiano.

Spaghetti all'amatriciana light

Immagine
Vi ricordate i bucatini all'amatriciana che Aldo Fabrizi citava spesso durante i suoi interventi televisivi? A chi non è venuta l'acquolina in bocca? La ricetta originale però è preparata con gli spaghetti ed ha origine nella città di Amatrice, da cui prende il nome, che prima di essere laziale era abruzzese ed era senza pomodoro (alla gricia). Eppure questa ricetta è impropriamente un classico della cucina romana. La mia è una versione light, creata per rendere il piatto più digeribile ma comunque gustoso.


Ingredienti (ricetta per 4 persone)

320 gr. di spaghetti
100 gr. di pancetta dolce già tagliata a cubetti
1 cipolla piccola
400 gr. di passata di pomodoro
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
Sale q.b.
Parmigiano grattugiato a piacere

Procedimento

Prima di preparare il sugo sgrassare la pancetta passandola in un padellino antiaderente a fiamma alta. Posarla in un piatto con della carta assorbente per asciugare il liquido in eccesso.
A parte far appassire la cipolla ne…